Cultura e Scienza Online

Dal Ted a KhanAcademy: la cultura viaggia sul filo della rete. Il meglio

Il meglio delle risorse online

Negli ultimi anni le nuove tecnologie hanno indiscutibilmente modificato il nostro modo di comunicare e di accedere a contenuti, risorse digitali e conoscenza. L’avvento di internet e la sua diffusione hanno reso possibile una connessione degli utenti a livello globale e una condivisione di sapere fino a poco tempo prima inimmaginabile.

Oggi quindi la cultura viaggia in rete, senza barriere, e coinvolge ogni giorno milioni di persone: sempre di più si rivolgono, per il conseguimento del diploma, alla rete. Le migliori piattaforme di divulgazione culturale online sono sicuramente TED e KhanAcademy.

TED è un’organizzazione senza scopo di lucro la cui missione è diffondere idee di valore come base di cambiamento per migliorare le persone e la loro vita. Nata nel 1984 con una conferenza che riuniva personalità provenienti dai campi della tecnologia, intrattenimento e design, TED ha velocemente ampliato la propria portata a livello globale. Oggi è una comunità che riunisce nelle sue conferenze e sul proprio sito pensatori geniali, innovatori da tutto il mondo e persone curiose che desiderano impegnarsi e condividere ogni ambito del sapere, al fine di offrire una conoscenza libera che sia insieme dialogo e ispirazione.

Con una libreria di oltre 3000 video e un’attenzione verso i principali campi del sapere, anche Khan Academy è un’organizzazione educativa che ha come mission fin dal 2006 una formazione di qualità a livello mondo: educare chiunque e dovunque si trovi per condividere informazioni e contenuti di interesse. Dall’aritmetica alla fisica, dalla storia alla finanza, il metodo scolastico innovativo fondato da Salman Khan, statunitense originario del Bangladesh con tre lauree alle spalle, piace perché è semplice e immediato. Tutto è iniziato da alcune ripetizioni di matematica a distanza per approdare poi con dei tutorials di circa 10 minuti l’uno sulla piattaforma di video sharing YouTube. Il compito educativo è assegnato ad una lavagna virtuale e ad una voce, con la possibilità naturalmente di fermare il video e riascoltare la lezione. Fra i finanziatori di questo progetto troviamo anche Google che ne ha compreso il compito educativo.

La rete diventa quindi un terreno di sviluppo e uno strumento per ascoltare, farsi ascoltare, divulgare nuovo sapere e promuovere un patrimonio culturale che non è più solo appannaggio di pochi ma a disposizione di tutti.